CadoreDolomiti.png

UFFICIO TURISTICO CADORE DOLOMITI

pino.png

DA FARE E VEDERE

"Avvicinatevi, vi prego, esaminate questo spettacolo che senza ombra di dubbio è una delle cose più belle, potenti e straordinarie di cui questo pianeta disponga... sono pietre o nuvole? Sono vere oppure è un sogno?"  

Così le descrive Dino Buzzati, uno degli scrittori italiani più tradotti del mondo.  Prima di lui la bellezza della nostra terra ha affascinato poeti come Hemingway, Goethe, Carducci. Tiziano e Mantegna hanno più volte riempito di Dolomiti le loro tele.  Brustolon, uno dei più grandi scultori e intagliatori del barocco le ha scolpite nel legno.

San Vito di Cadore è situato nel cuore delle Dolomiti bellunesi, patrimonio mondiale Unesco.

Le Dolomiti del Cadore conservano un patrimonio culturale immenso che affonda le radici nella preistoria e attraversa i secoli arrivando fino ai nostri giorni. Molti i reperti ritrovati nei paesi della Valle del Boite, che testimoniano la presenza dell'uomo fin dai tempi antichi. 

Grazie ai musei che sono stati costruiti sul territorio, è possibile ripercorrere la storia dell'uomo dal passato al presente e conoscere le abitudini, gli usi e i costumi delle civiltà che ci hanno preceduto. I musei ci raccontano anche la storia più recente, le attività commerciali, l'industria, le tradizioni e i vecchi mestieri dei nostri nonni e bisnonni, che sono vissuti nell'Ottocento e nel Novecento. Ai musei tradizionali allestiti all'interno degli edifici si affiancano i musei all'aperto, dove pitture, pietre, sentieri rappresentano tesori giunti fino a noi senza essere scalfiti dal tempo. Impossibile dimenticare le memorie che la Grande Guerra combattuta tra il 1915 e il 1918 ha lasciato sulle Dolomiti.

NuovoLogoFestival - Copia (2).jpg

Rete Museale Cadore Dolomiti 9 musei di diverse tipologie distribuiti sul nostro territorio A circa 20km

Chiesa della Madonna della Difesa

Nel centro di San Vito di Cadore, accanto alla Chiesa Pievanale. Venne costruita sul finire del XV secolo, conserva pregevoli testimonianze artistiche. Sicuramente da visitare, un autentico gioiello.

Casa natale di Tiziano Vecellio

A Pieve di Cadore, la casa che vide venire alla luce Tiziano Vecellio. Uno dei più grandi pittori del cinquecento, non solo dell'arte italiana, ma di quella europea. a circa 20 km

Magnifica Comunità di Cadore A circa 20 km, Pieve di Cadore.

Museo della Grande Guerra A circa 25 km, direzione Passo Falzarego.

Museo Etnografico Regole d'Ampezzo A circa 12 km, Cortina d'Ampezzo

Museo d'Arte Moderna Marino Rimoldi A circa 12 km, Cortina d'Ampezzo

Museo Paleontologico Rinaldo Zardini A circa 12 km, Cortina d'Ampezzo

Sito Archeologico Lagole Calalzo di Cadore A circa 23 km

I murales di Cibiana di Cadore A circa 16 km

Museo dell'occhiale Pieve di Cadore

Dedicato alla evoluzione storica e tecnologica degli occhiali e degli oggetti legati all'ottica, dal medioevo al '900, e alla storia dello sviluppo dell'industria dell'occhiale nel Cadore.

Longarone Vajont

Il museo che racconta l’immane tragedia che ha segnato in modo indelebile un intero territorio, strappato alla vita la notte del 9 ottobre 1963. A circa 38 km, direzione Belluno.

Musei Civici Belluno A circa 60 km